La Fortezza di S. Martino

Le opere di costruzione della fortezza iniziarono sotto Cosimo I° de’ Medici su progettazione di Baldassarre Lanci (1569). Fu terminata alla fine del secolo da Ferdinando I° il quale, alla morte del Lanci, aveva affidato i lavori a Bernardo Buontalenti. Le mura che circondano la fortezza sono lunghe più di un miglio e alte 12 metri, gli ampi bastioni tuttora presenti, permettevano l’alloggiamento di numerosi e potenti cannoni per la sua difesa.

 

All’interno del forte vi era poi una serie di strutture che potevano consentirne l’autonomia anche in caso di lungo assedio : mulini a vento, magazzini di vario tipo, fucine per la costruzione di armi, etc… successivamente venne acquistato dalla famiglia dei Borghese prima e dei Bargellini poi. Molto bello è il giardino pensile costruito dalla famiglia Borghese sopra la sala d’armi da cui è possibile godere una splendida vista.

 

Attualmente la fortezza è di proprietà privata ed è purtroppo difficilmente visitabile. Nelle immediate vicinanze della fortezza, durante la costruzione del campeggio “Mugello Verde”, è stata scoperta una necropoli etrusca “a pozzetti”, e un’antica fornace usata per la produzione di vasellame. Gli scavi sono attualmente stati interrotti e non sono visitabili.